DL Aiuti ter: la nota di commento di ANCI

ANCI ha pubblicato una nota sintetica sul Decreto legge n. 23 settembre 2022, n. 144 (G.U. n. 223 del 23-09-2022) che introduce “ulteriori misure urgenti in materia di politica energetica nazionale, produttività delle imprese, politiche sociali e per la realizzazione del piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)” – cosiddetti Aiuti ter.

Il provvedimento incrementa il contributo straordinario in favore di Regioni ed enti locali di 200 milioni di euro complessivi, 160 in favore dei comuni e 40 in favore di città metropolitane e province. Per far fronte ai rincari energetici e agli effetti della pandemia, il livello del finanziamento del fabbisogno sanitario nazionale standard cui concorre lo Stato è incrementato per il 2022 di 400 milioni di euro, che si aggiungono al miliardo di euro già assegnato con la legge di assestamento del bilancio (legge 5 agosto 2022, n. 111).
Sono previsti ulteriori 100 milioni di euro per finanziare il contributo a copertura dei maggiori costi sostenuti per l’acquisto del carburante per l’alimentazione dei mezzi di trasporto locale e regionale su strada, lacuale, marittimo e ferroviario. Viene istituito, con una dotazione di 100 milioni di euro per il 2022, un fondo per il sostegno del settore dell’autotrasporto. Sono stanziate risorse (50 milioni di euro per il 2022) per l’erogazione di contributi a favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche, nonché delle federazioni sportive nazionali, che gestiscono impianti sportivi e piscine. Specifiche risorse sono stanziate sia per contenere i maggiori costi energetici sostenuti dagli enti del terzo settore, con particolare riguardo a quelli che gestiscono servizi sociosanitari rivolti a persone con disabilità, sia per mitigare il caro-energia in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, istituti e luoghi della cultura.
Infine, le risorse finalizzate all’erogazione del “bonus trasporti” sono incrementate di 10 milioni di euro per il 2022.

Sono prorogate al 31 dicembre 2022 le misure di semplificazione per la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, da parte dei titolari di pubblici esercizi, di strutture amovibili quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni. La posa in opera non è subordinata alle autorizzazioni di cui agli artt. 21 e 146 del Codice dei beni culturali di
cui al D.lgs n. 42/2004 ed è disapplicato il limite temporale di cui all’articolo 6, c. 1, lettera e-bis), del DPR n. 380/2001.

 

La redazione PERK SOLUTION

Piano famiglia: intesa in Conferenza Unificata

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – nella seduta della Conferenza Unificata del 14 settembre – ha espresso avviso favorevole all’intesa sul nuovo Piano nazionale per la famiglia (il cui testo era stato approvato dall’Osservatorio nazionale sulla famiglia il 10 agosto 2022).
Il Piano, che sostituisce l’ultimo, approvato nel 2012, definisce il nuovo assetto programmatico – in termini di priorità, obiettivi ed azioni – nella cornice della legge n.32 del 2022 (cd. Family act), per attuare le misure chiave per le politiche della famiglia in Italia.
Il Piano stabilisce linee di indirizzo omogenee in materia di politiche familiari ha l’obiettivo di dare centralità e cittadinanza sociale alla famiglia. Anche per questo concretizza il passaggio da interventi disorganici e frammentati a un quadro organico e di medio-lungo termine di politiche specificatamente rivolte alla famiglia, con interventi per la valorizzazione delle sue funzioni di coesione sociale ed equità fra le generazioni.
Il Piano – si legge sul sito del dipartimento per le Politiche della Famiglia – è stato costruito con un grande processo partecipativo dell’apparato-paese nella sua dimensione regionale e locale, il cui ruolo proattivo ed operativo è centrale ai fini della migliore esecuzione delle azioni, come anche del monitoraggio della sua attuazione, e nell’espressione piena di cittadinanza, garantita dalla prima ampia consultazione pubblica realizzata sui temi sociali.
Il documento è articolato seguendo il modello del ciclo di vita delle famiglie, secondo quattro macro aree: “adulti in crescita”, “generatività e genitorialità”, “dinamiche familiari” e intergenerazionalità”. Per ciascuna macro-area sono state formulate azioni specifiche, distinte in “azioni definite e in corso” – che rimandano a misure legislative già in atto o ad attività già introdotte in piani, strategie o strumenti di programmazione delle politiche, e in “azioni nuove da implementare” – che necessitano di nuove e ulteriori misure legislative, nuove politiche o interventi. Per ogni azione sono indicati i diversi attori competenti per la loro attuazione, i targets e le eventuali risorse finanziarie già disponibili.
Sempre in materia di politiche per la famiglia è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 215 del 14 settembre 2022, il Decreto 19 luglio 2022 di ripartizione fondo nazionale , per l’anno 2022: ammonta a euro 44.050.628,00 di cui 14.050.628,00 destinati ad attività di competenza statale e 30.000.000,00 per le Regioni e gli Enti locali.
Le risorse che finanzieranno gli interventi di competenza regionale e degli enti locali permetteranno:
– la prosecuzione di iniziative destinate a favorire il supporto delle attività svolte dai centri per le famiglie e, nell’ambito delle competenze sociali, dei consultori familiari, a sostegno della natalità e della genitorialità;
– interventi volti alla promozione di politiche di benessere familiare attraverso l’armonizzazione dei tempi di cura della famiglia e di lavoro, sviluppate anche tramite collaborazioni regionali e interregionali. Sul provvedimento, la Conferenza delle Regioni ha dato il via libera nella Conferenza Unificata dello scorso 6 luglio.
La redazione PERK SOLUTION

Pubblicata la nuova edizione del TUEL

Pubblicata la nuova edizione del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (TUOEL), approvato con il decreto legislativo 18 agosto 2000 n.267, aggiornato fino alle modifiche apportate dal decreto-legge 4 maggio 2022, n.41, recante: «Disposizioni urgenti per lo svolgimento contestuale delle elezioni amministrative e dei referendum previsti dall’articolo 75 della Costituzione da tenersi nell’anno 2022, nonché per l’applicazione di modalità operative, precauzionali e di sicurezza ai fini della raccolta del voto».

La pubblicazione allegata contiene anche alcuni riferimenti giurisprudenziali e i principali provvedimenti attuativi.

Per completezza, sono riportate:

  • Costituzione della Repubblica Italiana (estratto Titolo V);
  • Legge 30 dicembre 1989, n. 439 (Ratifica ed esecuzione della convenzione relativa alla Carta europea dell’autonomia locale, firmata a Strasburgo il 15 ottobre 1985);
  • Legge 24 dicembre 2012, n. 243 (Estratto): “Disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell’articolo 81, sesto comma, della Costituzione”;
  • Legge 7 aprile 2014, n. 56, recante: “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni”.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DL Aiuti bis

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DL n. 115 del 9 agosto 2022 (c.d. Decreto Aiuti bis), recante “Misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali”. Il provvedimento, approvato dal Consiglio dei Ministri il 4 agosto scorso, interviene su alcuni importanti ambiti, tra cui il contrasto al caro-energia e carburanti e all’emergenza idrica, il sostegno agli enti territoriali, il rafforzamento delle politiche sociali per tutelare il potere d’acquisto, il rilancio degli investimenti.

Quanto ai rincari nei settori dell’energia elettrica, del gas naturale e dei carburanti, il decreto interviene innanzitutto rafforzando il bonus sociale elettrico e gas per il quarto trimestre 2022, tutelando i clienti vulnerabili nel settore del gas, sospendendo le modifiche unilaterali dei contratti di fornitura di elettricità e gas. In secondo luogo, il decreto azzera gli oneri generali di sistema nel settore elettrico anche per il quarto trimestre 2022 e riduce l’IVA per le somministrazioni di gas metano per combustione per usi civili e industriali nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2022. Inoltre, sempre per il quarto trimestre 2022, l’ARERA provvederà a mantenere inalterati gli oneri generali di sistema nel settore del gas in vigore nel terzo trimestre.

Quanto all’emergenza idrica, si stanziano risorse a favore delle imprese agricole colpite dalla siccità, si accelerano gli affidamenti del servizio idrico integrato (prevedendo appositi termini per gli enti di governo dell’ambito che non hanno ancora provveduto all’affidamento e l’attivazione di specifici poteri sostitutivi in caso di inerzia) e si consente alla Protezione civile di chiedere in anticipo lo stato di emergenza in caso di siccità.

Il decreto stanzia inoltre risorse a favore degli enti territoriali, nella forma di contributi straordinari per complessivi 400 milioni di euro in favore di comuni, città metropolitane e province, e prevede la proroga al 2023 della sospensione del rimborso delle anticipazioni di liquidità in favore delle Regioni a seguito del sisma del 2016. Sono inoltre stanziate risorse per favorire la ricostruzione post-sisma del 2012 in Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto.

 

La redazione PERK SOLUTION

Potenziato il sistema di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati: 1.000 nuovi posti dal 1° gennaio 2023

Il Ministero dell’interno informa che, al fine di potenziare il sistema di prima accoglienza per i minori stranieri non accompagnati è stato pubblicato, oggi 4 agosto 2022, nella sezione Amministrazione Trasparente – Bandi di Gara e Contratti del ministero, l’avviso pubblico per la presentazione di progetti di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati da finanziare con risorse europee del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2021-2027.

Con l’avviso si intende finanziare, nell’ambito della programmazione del fondo  Fami l’attivazione di 1.000 posti, su base regionale, in centri di prima accoglienza, di cui all’ art. 19, comma 1 del d. lgs 18 agosto 2015 n. 142 , a decorrere dal 1° gennaio 2023 .

Le domande potranno essere presentate mediante l’utilizzo della piattaforma informatica dedicata, a partire dall’8 agosto fino al 3 ottobre 2022.

 

La redazione PERK SOLUTION