ANCI e Forum Piscine per la ripartenza degli impianti natatori

Condivise e disponibili per tutti i Comuni le Linee guida per il riequilibrio economico-finanziario delle concessioni degli impianti natatori. Il documento, elaborato su proposta degli operatori del settore, recepisce un’esigenza emersa durante l’evento internazionale Forum Piscine 2021, organizzato con il patrocinio della Federazione Italiana Nuoto. Le linee guida mirano a creare una cornice pratico-normativa all’interno della quale ogni Ente locale possa rivedere, in accordo con il gestore, caso per caso, le concessioni in essere, anche grazie alla norma ad hoc introdotta dal Decreto Rilancio.
La conservazione dell’equilibrio economico-finanziario della concessione, infatti, corrisponde a un interesse pubblico da preservare, collegato all’esigenza di garantire le condizioni necessarie e sufficienti affinché il servizio pubblico in regime di concessione sia allineato allo standard qualitativo prestabilito in forza del contratto.
“Le piscine italiane stanno vivendo una crisi epocale che rischia di bloccare l’attività di oltre 4,5 milioni di italiani, con oltre 2,5 milioni bambini e adolescenti. La proprietà del 90% degli impianti natatori è comunale, un patrimonio pubblico che rischia di sparire se non si troveranno soluzioni adeguate a sostenere i gestori”, osserva da parte sua Marco Sublimi esponente del Comitato scientifico di ForumPiscine e promotore dell’iniziativa. “Le Linee guida, fortemente sostenute dalla Fin e dal Coordinamento Nazionale delle Associazioni di Categoria dei Gestori, sono un utile strumento per agevolare gli accordi tra amministrazioni comunali e gestori di Piscine e impianti sportivi. Queste rappresentano un tessuto di qualità da confezionare su misura con la disponibilità e professionalità dei gestori e delle amministrazioni. Sono certo che entrambi sapranno sfruttare al meglio questa grande opportunità”, si augura Sublimi. Che si dice grato per “la disponibilità del vicepresidente vicario Pella, la professionalità dell’avvocato Lorenzo Bolognini che ha elaborato il documento, il supporto del Presidente Fin Paolo Barelli, oltre al fondamentale sostegno delle Associazioni di Categoria dei Gestori di Piscine.” (fonte Anci).

Le linee guida per il rinnovo delle concessioni per il commercio su area pubblica

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha firmato il decreto 25 novembre 2020 con cui vengono approvate le linee guida per il rinnovo delle concessioni per il commercio su area pubblica aventi scadenza il 31 dicembre. Insieme al decreto sono state pubblicate le relative “Linee guida per il rinnovo delle concessioni di aree pubbliche, in scadenza il 31 dicembre 2020, ai sensi dell’art. 181, comma 4-bis, del decreto-legge n. 34/2020 convertito dalla legge n. 77/2020″.
Sono oggetto di rinnovo le concessioni per l’esercizio del commercio su aree pubbliche a posteggi inseriti in mercati, fiere e isolati, ivi inclusi quelli finalizzati allo svolgimento di attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande, di rivendita di quotidiani e periodici e di vendita da parte dei produttori agricoli, aventi scadenza entro il 31 dicembre 2020. Le concessioni saranno rinnovate in favore del soggetto titolare dell’azienda intestataria della concessione, a prescindere dalla forma giuridica, sia che la conduca direttamente sia che l’abbia conferita in gestione temporanea. Entro il 31 dicembre 2020, il Comune procede d’ufficio all’avvio del procedimento di rinnovo e alla verifica dei requisiti previsti dalle linee guida. Sono escluse dal rinnovo le concessioni con scadenza 31 dicembre 2020 relative a posteggi o aree già riassegnate ai sensi dell’intesa sancita in sede di Conferenza unificata il 5 luglio 2020, con atti ad efficacia differita. In tal caso, le concessioni non sono oggetto di rinnovo, divenendo efficaci, a partire dal 1° gennaio 2021, i nuovi titoli abilitativi rilasciati in esisto alle procedure di riassegnazione per la durata prevista dai rispettivi bandi di gara.

 

Autore: La redazione PERK SOLUTION