Finanza Locale, pagamento contributo per distacco sindacale

La Direzione Centrale della Finanza Locale comunica che con provvedimento del 21 settembre 2021 è stato disposto il pagamento del contributo assegnato nell’anno 2021 alle Province, alle Città metropolitane, ai Liberi consorzi comunali, ai Comuni, alle Comunità montane nonché alle ASP/IPAB, ad esclusione degli enti facenti parte delle regioni Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta, corrispondente alla spesa sostenuta per il personale cui è stata concessa l’aspettativa per motivi sindacali (da intendersi riferita all’istituto del distacco sindacale) nell’anno 2020, ai sensi dell’articolo 1-bis del decreto legge 25 novembre 1996, n.599, convertito dalla legge 24 gennaio 1997, n.5.

Gli enti beneficiari del predetto pagamento sono quelli che con modalità informatizzata, utilizzando esclusivamente la certificazione presente nell’Area riservata del Sistema certificazioni enti locali (“AREA CERTIFICATI – TBEL, altri certificati) accessibile dal sito web della Direzione Centrale per la Finanza Locale, hanno trasmesso, entro il termine del 31 maggio 2021, richiesta di contributo.

Il citato pagamento è stato sospeso, ai sensi dell’articolo 161, comma 3, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267, sia nei confronti degli enti che non hanno trasmesso alla banca dati delle amministrazioni pubbliche (BDAP) i documenti contabili di cui all’articolo 1 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 12 maggio 2016, che per gli enti che non hanno adempiuto alla trasmissione del questionario SOSE.

Prima della chiusura della contabilità finanziaria del corrente esercizio finanziario verrà disposto un ulteriore pagamento a favore degli enti che, entro e non oltre il 15 novembre 2021, avranno provveduto a regolarizzare la propria posizione eliminando le cause di sospensione del pagamento.

 

Autore: La redazione PERK SOLUTION

COVID-19, i Comuni possono fare pagamenti per cassa a favore dei soggetti “deboli”

Con l’ordinanza della Protezione civile del 24 aprile 2020, recante “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili” (G.U. n. 109 del 28-04-2020), in deroga alle disposizioni di cui all’art. 2, comma 4-ter del decreto-legge 138/2011, convertito, con modificazioni, dalla legge 148/2011, è previsto che i Comuni possano effettuare pagamenti per cassa, e comunque in misura non superiore all’importo di tremila euro, in favore dei soggetti appartenenti alle categorie più deboli per i quali non è possibile accreditare le somme loro dovute in quanto non possiedono conti correnti o altri strumenti associati ad un codice IBAN. La disposizione ha la finalità di limitare i rischi di contagio da COVID-19, riducendo il numero degli spostamenti presso gli Uffici comunali per i medesimi pagamenti o per recarsi presso gli sportelli bancari e/o postali per aprire un conto corrente ed ottenere l’IBAN o altri strumenti similari.

 

Autore: La redazione PERK SOLUTION

PCC/SIOPE+ Rinvio modifiche standard OPI

Il Gruppo di Lavoro SIOPE+, coordinato da AgID e costituito da tutti i rappresentanti delle categorie coinvolte nei processi di pagamento ed incasso e dei servizi di tesoreria (Enti Pubblici, Banche, Fornitori SW, MEF, Banca d’Italia), comunica che a seguito dell’emergenza COVID 19, ha modificato il calendario relativo all’applicazione delle integrazioni allo standard OPI secondo quanto meglio descritto nel documento Schede Tecniche di Modifica OPI SE4V08 che comprende gli interventi pianificati e articolati nelle due fasi indicate di seguito:

  • LOTTO 4: che prevede l’attivazione delle modifiche contenute nelle schede 20, 21, e 22, operative a partire dal 1/11/2019 in ambiente di collaudo e dal 1/1/2020 in ambiente di esercizio.
  • LOTTO 5: che prevede l’attivazione delle modifiche contenute nelle schede dalla 23 alla 32 operative a partire dal 1/6/2020 in ambiente di collaudo e dal 5/10/2020 in ambiente di esercizio.

In merito alle schede del lotto 5, si ricorda che l’art. 1, comma 855 della Legge 27/12/2019 n. 190 (Legge di Bilancio 2020) prevede l’obbligo, per le amministrazioni soggette alla rilevazione SIOPE, di inserire la data di scadenza del pagamento della fattura valorizzando il campo <data_scadenza pagam_siope> dell’OPI.

Per quanto sopra, indipendentemente dal rinvio delle scadenze relative all’avvio in esercizio delle nuove regole dello standard OPI, il GdL invita le Amministrazioni e gli Enti soggetti alla rilevazione SIOPE al puntuale rispetto di tale prescrizione di legge seguendo le istruzioni operative indicate nella Scheda di Modifica OPI n° 30.

Le modifiche del Lotto 5, riprogrammate come sopra, sono contenute nei seguenti elementi:

 

Autore: La redazione PERK SOLUTION