Al via la presentazione delle domande per l’accesso al Fondo Progettazione Opere Prioritarie

È pubblicato il Decreto ministeriale n. 594 del 23 dicembre 2019 che ripartisce le risorse, pari a 30 milioni di euro, reintegrate per l’annualità 2019 e permette l’utilizzo dei residui del triennio 2018-2020 pari a circa 8,864 milioni di euro. Dal 5 giugno 2020 e fino al giorno 4 agosto 2020 le 16 Autorità di Sistema Portuale, le 14 Città Metropolitane e i 37 Comuni capoluogo di Regione  o di P.A. e i Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti possono presentare la proposta per accedere alle risorse assegnate dal DM 594/2019 e quelli, tra gli stessi Enti beneficiari,  che non abbiano fatto richiesta dal 10 agosto 2019 al 7 novembre 2019 per gli stanziamenti assegnati dal DM 171/2019 possono inviare l’istanza integrata con le risorse aggiuntive.
Il Fondo è destinato a finanziare “la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari, nonché la project review delle infrastrutture già finanziate”; le risorse assegnate sono destinate alla redazione di progetti di fattibilità di piani urbani per la mobilità sostenibile, di piani strategici metropolitani, di progetti attuativi degli stessi e di progetti relativi ad opere portuali. È facoltà degli Enti beneficiari che non abbiano presentato l’istanza per accedere alle risorse stanziate con il DM n. 171/2019 per il triennio 2018-2020 entro i termini stabiliti dal DD 8060/2019 o che, in quella presentata, abbiano fatto richiesta solo di parte del finanziamento di inviare la proposta integrata con le risorse aggiuntive di cui al DM 594/2019.
Le risorse assegnate ai beneficiari, pari a euro 30.000.000,00 per l’anno 2019, sono destinate alla progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, alla project review delle infrastrutture già finanziate ed alla predisposizione dei PUMS e dei PSM ed alla progettazione di  interventi previsti nei precedenti piani e di interventi relativi alle infrastrutture portuali, così come definito nel Decreto Ministeriale  n. 594 del 23 dicembre 2019.
Inoltre sono disponibili, per le stesse finalità, i residui non utilizzati ammontanti a euro 8.863.803,52 relativi alle annualità 2018-2019-2020 già ripartiti come da Allegato 1 al DM 171/2019 tra gli Enti Beneficiari che non ne hanno fatto richiesta a suo tempo.
La disponibilità del Fondo reintegrato con DMT n. 195790 dell’8 ottobre 2019 è pari a euro 29.880.000,00 per l’anno 2019 oltre a euro 8.828.348,30 di residui triennio 2018-2020 al netto dello 0,4% accantonato per le attività di supporto ed Assistenza Tecnica per la gestione dello stesso.
Le risorse reintegrate per l’anno 2019 sono così ripartite:

  • Euro 8.537.000 per le Autorità di sistema portuale;
  • Euro 4.269.000 per le Città metropolitane;
  • Euro 8.537.000 per i Comuni capoluogo di Città Metropolitane;
  • Euro 8.537.000 per i Comuni capoluogo di Regione o di Provincia autonoma e i Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.

L’accesso al finanziamento avviene mediante l’invio della proposta all’indirizzo PEC: fondoprog.iip@pec.mit.gov.it e per conoscenza all’indirizzo PEC: fondomit.opereprioritarie@pec.cdp.it a partire dal giorno 05/06/2020 e fino al giorno 04/08/2020 (sessantesimo giorno dalla data successiva alla pubblicazione del presente decreto).
Le proposte DEVONO essere presentate utilizzando gli allegati messi a disposizione sul sito del MIT e secondo le modalità indicate dal DM 594/2019 e dal DD 8060/2019. Per la data/ora di presentazione telematica della proposta fa fede quella di invio da parte dell’Ente beneficiario.

 

Autore: La redazione PERK SOLUTION