Mite, on line il nuovo portale sulle bonifiche

Il Ministero della transizione ecologica rende noto che è on line il nuovo portale della Direzione generale per il risanamento ambientale, realizzato per promuovere la partecipazione del pubblico nei processi decisionali in materia di accesso alle informazioni ambientali e di partecipazione a scopo collaborativo, in linea con la logica di trasparenza e accessibilità del ministero.

Ciò consentirà un accesso semplificato e di intuibile approccio. Il nuovo portale, infatti, vuole fornire in formato aperto e di agevole consultazione i principali dati, informazioni, atti e corredo documentale delle aree di intervento, programmazione e monitoraggio delle bonifiche ambientali, disponibili attraverso pochi click e con la possibilità di navigare in formato tabellare e secondo una distribuzione territoriale.

I dati e i report della Direzione saranno aggiornati costantemente. Attraverso l’homepage e cliccando sul pulsante di interesse, si accederà all’anagrafe dei Siti di interesse nazionale (Sin) da bonificare (riferimenti normativi, localizzazione geografica, perimetrazione). Le altre pagine sono dedicate alla ricerca nell’archivio dati su tutti i Sin, alla banca dati normativa, alle attività istituzionali della Direzione, all’amianto, ai siti orfani, alle indicazioni operative per la presentazione delle istanze da parte dei proponenti (attraverso una modulistica scaricabile, già codificata con specifici recenti decreti direttoriali), nonché alle indicazioni e alla modulistica per la presentazione di osservazioni e istanze di accesso agli atti (la documentazione sarà presentata dai proponenti esclusivamente in formato elettronico – via Pec o supporto digitale – nell’ottica di perseguire l’innovazione digitale della PA).

Il portale sarà dunque uno spazio aperto e trasparente per conoscere meglio le azioni del ministero per le bonifiche sull’intero territorio nazionale.

MISE, incentivi: 100 milioni per progetti innovativi di PMI ed Enti Locali

E’ stato pubblicato il bando del Ministero dello sviluppo economico che stabilisce termini e modalità per la richiesta di contributi agevolativi di PMI ed enti locali per la realizzazione di progetti pilota innovativi, che puntano a favorire la promozione e lo sviluppo del sistema produttivo sul territorio nazionale. Si tratta di interventi che rientrano tra le linee di azione portate avanti dal Ministro Giorgetti per supportare la competitività delle imprese e delle amministrazioni pubbliche locali in questa fase di rilancio dell’economia del Paese.
Per la misura sono stanziati complessivamente oltre 100 milioni di euro che potranno essere destinati ad ogni singolo progetto pilota selezionato per un ammontare massimo di 10 milioni di euro. Si tratta di risorse derivanti dalla chiusura dei Patti territoriali e dei Contratti d’area.
Beneficeranno dell’agevolazione i progetti d’investimento e innovazione relativi a iniziative che promuovono interventi imprenditoriali e pubblici finalizzati allo sviluppo delle aree interessate, la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e del turismo sostenibile, transizione ecologica, autoimprenditorialità e riqualificazione delle aree urbane e delle aree interne, nonché alla realizzazione e ammodernamento di infrastrutture pubbliche.
I progetti pilota saranno valutati da una commissione tecnica, nominata con decreto del Ministro dello sviluppo economico, che sarà formata da cinque componenti, di cui tre in rappresentanza del Mise, uno del Ministero dell’economia e delle finanze e un altro di Unioncamere.

Scheda Progetti pilota